blog abruzzo

Alla scoperta dell’Abruzzo

Luglio 2018, in fuga da Luino, destinazione Abruzzo … senza una meta certa, alla ricerca di un po’ di mare e un po’ di montagna e vino.

L’Abruzzo è la meta ideale.

La mia curiosità mi spinge fino l’Aquila. La Città, a 9 anni dal sisma è ancora un cantiere , per i palazzi più antichi, ma tutta nuova per le unità abitative. Peccato che sia inabitata.

Dormiamo nei dintorni, ai piedi del Gran Sasso, qui i paesi sono ancora distrutti dall’ultimo sisma, con i negozi che sono diventati bancarelle, ma con tanta voglia di risorgere. In quesi posti si mangia benissimi a prezzi bassi. Una gourmet come me, non può rinunciare ad un costata gigante. Il ristorante vende il Testarossa, di Pasetti ad un prezzo wow.

L’abbinamento è insuperabile, la carne è un burro, arriva da un allevamento locale .

Dal Gran Sasso , scendiamo verso il mare, ma prima ci fermiamo da Marramiero , una visita veloce ad una cantina che conosco bene, La struttura è moderna, ben organizzata, su più piani, per dividere le diverse fasi di lavoro. L’incanto, Inferi, Altare … sempre una garanzia. Proviamo il mitico Dante. Un Blend di montepulciano, nelle annate migliori.

Ci avviciniamo al mare, ma ci fermiamo a dormire in un agriturismo, a Loreto Aprutino. Scelto per puro caso, online, il posto si rivela un vero paradiso. Ci accolgono con un ricco aperitivo, vino , formaggi …Siamo circondati dalle vigne, e la camera è molto bella.

Siamo solo noi e un bellissimo pastore abbruzzese. Curiosando in giro, scopro che siamo in un’azienda vinicola, ma è domenica, percui chiusa. Ne approffittiamo per visitare il paese, e mangiare pesce.

La colazione è fantastica. Ci servono marmellata d’uva montepulciano, caffé nella moka, torte e biscotti casalinghi… proprio una delle migliori colazioni mai fatte . L’azienda si anima, arrivano gli operai e gli impiegati. Ne approffitto per visitare le cantine.

L’azienda si chiama Ciavolich, e mi innamoro della loro cococciola. Un vitigno a bacca bianca, autoctono,con profumi di pesca bianca, ananas e fiori. Ovviamente l’azienda produce anche Montepulciano dìAbruzzo, in diverse tipologie,. Ha qualche selezione che fa cemento e anfora .

La mia escursione nella parte nord dell’Abruzzo è terminata, ma non resisto alla tentazione di riempire il bagagliaio di vino, salumi, pane e verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su